logoopen

Detrazioni

DETRAZIONE 50%

AIEL: GUIDA ALLA DETRAZIONE FISCALE PER GLI APPARECCHI DOMESTICI

La detrazione del 50% è prorogata fino al 31 Dicembre 2015 (Art. 16 del D.L. 4 Giugno 2013 n°63).

Le regole precedenti non sono modificate! Quindi è necessario seguire le medesime procedure (tra cui indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali dell'immobile sul quale è stato realizzato l'intervento, pagare attraverso bonifico bancario o postale da cui risultino la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che paga e il codice fiscale o numero di partita IVA del beneficiario del bonifico Banche e poste già dispongono del modello).

Apparecchi e caldaie a biomasse beneficiano di questo incentivo fiscale.



Immagine1
Detrazioni fiscali per apparecchi domestici a biomasse:

fino al 31 Dicembre 2014 sarà possibile richiedere la detrazione del 50% per una spesa massima ammissibile di 96.000€.

Per beneficiare della detrazione fiscale il contribuente deve:

Indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell'immobile.
Pagare le spese detraibili tramite bonifico bancario o postale da cui risulti la causale del versamento, il codice fiscale del contribuente che usufruisce della detrazione, il codice fiscale o il numero di partita IVA del benificiario del bonifico (fornitore). Il modulo per effettuare il bonifico è quello per le ristrutturazioni edilizie.
Inoltre, deve conservare e tenere a disposizione del fisco:

Le fatture o le ricevute fiscali e la ricevuta del bonifico
La copia del permesso edilizio se previsto dal regolamento edilizio comunale, oppure l'autocertificazione attestante la data di inizio lavori e la descrizione dei lavori, qualora il regolamento edilizio comunale non preveda alcun adempimento per la realizzazione degli interventi
La fotocopia della domanda di accatastamento in mancanza dei dati catastali
La fotocopia delle ricevute di pagamento IMU/ICI se dovuta
L'attestato del produttore
L'obbligo dell'invio della comunicazione di inizio lavori al centro operativo di Pescara è stato soppresso dal decreto legge n.70 del 13 Maggio 2011. Si ricorda che la detrazione compete anche al familiare convivente del possessore o detentore dell'immobile sul quale sono effettuati i lavori, purchè ne sostenga le spese.

DETRAZIONE DEL 65 %

Gli interventi, effettuati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2015, di sostituzione totale o parziale del vecchio generatore termico con un generatore a biomassa, o di nuova installazione di generatori di calore a biomassa sugli edifici esistenti, potranno beneficiare della detrazione fiscale del 65%.
Tutto ciò che c'è da sapere lo trovate sul Vademecum pubblicato da ENEA, scaricabile a questo link( http://jotul.us5.list-manage1.com/track/click?u=871e1a36ef7c02421d31f8b7b&id=c4fdc1d841&e=1104dba101), che riporta anche i requisiti che l'immobile oggetto d'intervento deve possedere, i requisiti del generatore di calore, le altre opere agevolabili (dismissione del vecchio generatore, opere idrauliche e murarie, ecc.), nonché la documentazione necessaria da conservare e da trasmettere all'ENEA e all'Agenzia delle Entrate.

Scan
Scan 85 Maxi con apposito accessorio
Scan 85 HT con apposito accessorio